Attività parlamentare 29 febbraio – 4 marzo 2016

Lunedì 29 febbraio si è svolta la discussione della “relazione sullo stato dell’informazione e sulla condizione dei giornalisti minacciati dalle mafie, approvata dalla Commissione parlamentare di inchiesta sul fenomeno delle mafie e sulle altre associazioni criminali, anche straniere (Doc. XXIII, n. 6)”. La Camera ha poi svolto la discussione della “relazione su possibili proposte normative in materia penale in tema di contraffazione, approvata dalla Commissione parlamentare di inchiesta sui fenomeni della contraffazione, della pirateria in campo commerciale e del commercio abusivo (Doc. XXII-bis, n. 1)”.

Martedì 1 marzo ad inizio seduta ha avuto luogo lo svolgimento di una interpellanza e di una interrogazione. La Camera ha quindi continuato la discussione del testo unificato delle proposte di legge: “istituzione del Fondo per il pluralismo e l’innovazione dell’informazione e deleghe al Governo per la ridefinizione della disciplina del sostegno pubblico per il settore dell’editoria, della disciplina di profili pensionistici dei giornalisti e della composizione e delle competenze del Consiglio nazionale dell’ordine dei giornalisti”.

Mercoledì 2 marzo la Camera ha approvato il testo unificato delle proposte di legge: “istituzione del Fondo per il pluralismo e l’innovazione dell’informazione e deleghe al Governo per la ridefinizione della disciplina del sostegno pubblico per il settore dell’editoria, della disciplina di profili pensionistici dei giornalisti e della composizione e delle competenze dell’ordine dei giornalisti”. 292 sì, 29 astenuti e 113 no su 434 presenti e 405 votanti. Il mio gruppo ha votato contro. Nel pomeriggio, nel corso dello svolgimento del question time in diretta televisiva, abbiamo protestato duramente contro il decreto mutui. Sono andato sotto i banchi della presidenza con il collega Brugnerotto e il collega Della Valle e ho esposto un grande cartello con la scritta “La casa non si tocca!”. Sono stato espulso dall’Aula e il giorno successivo sono stato sospeso dai lavori parlamentari per sei giorni. Dopo la Conferenza dei presidenti di gruppo, l’Aula ha continuato i lavori con le votazioni delle mozioni concernenti “politiche a sostegno della famiglia”.

Giovedì 3 marzo la Camera ha approvato la risoluzione riferita alla “relazione sullo stato dell’informazione e sulla condizione dei giornalisti minacciati dalle mafie, approvata dalla Commissione parlamentare di inchiesta sul fenomeno delle mafie e sulle altre associazioni criminali, anche straniere (Doc. XXIII, n. 6)”. In seguito è stata approvata la risoluzione riferita alla “relazione su possibili proposte normative in materia penale in tema di contraffazione, approvata dalla Commissione parlamentare di inchiesta sui fenomeni della contraffazione, della pirateria in campo commerciale e del commercio abusivo (Doc. XXII-bis, n. 1)”. Successivamente la Camera ha approvato, con il voto favorevole del M5S, il testo unificato delle proposte di legge: “disposizioni per la promozione e la disciplina del commercio equo e solidale”. 282 sì, 14 astenuti e 4 no su 300 presenti e 286 votanti.

Venerdì 4 marzo ha avuto luogo lo svolgimento di interpellanze urgenti.

One thought on “Attività parlamentare 29 febbraio – 4 marzo 2016

  1. Pingback: Attività parlamentare 29 febbraio – 4 marzo 2016 – soluzione5stelle.com tutte le notizie m5s

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *