Attività parlamentare 18 – 22 gennaio 2016

dl 185-2015Lunedì 18 gennaio la Camera ha svolto la discussione sulle linee generali delle mozioni concernenti “iniziative per il contrasto delle infezioni in ambiente ospedaliero e sanitario”.

Martedì 19 gennaio la Camera ha approvato il disegno di legge di “conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 25 novembre 2015, n. 185, recante misure urgenti per interventi nel territorio. Proroga del termine per l’esercizio delle deleghe per la revisione della struttura del bilancio dello Stato, nonché per il riordino della disciplina per la gestione del bilancio e il potenziamento della funzione del bilancio di cassa”: 256 sì, 148 no e 1 astenuto su 405 presenti e 404 votanti. “Noi, Presidente, siamo entrati in Parlamento proprio per questo, per lottare contro questi brutti modi di fare! Votiamo contro quest’oggi a questo ennesimo decreto che è fatto a vostra immagine e somiglianza! L’unica cosa che ci viene da dirvi, visto che noi siamo sempre quelli del no, è che un uomo solo che grida il suo no è un pazzo, mentre milioni di uomini che gridano lo stesso no potrebbero cambiare davvero questo Paese, e noi è quello che cerchiamo di fare tutti i giorni”. Così la collega Laura Castelli ha concluso la dichiarazione di voto per il nostro gruppo. In seguito l’Aula ha svolto la discussione generale della proposta di legge: “introduzione del reato di omicidio stradale e del reato di lesioni personali stradali nonché disposizioni di coordinamento al decreto legislativo 30 aprile 1992, n. 285, e al decreto legislativo 28 agosto 2000, n. 274”.

Mercoledì 20 gennaio la Camera ha svolto il seguito della discussione della proposta di legge: “disposizioni per la tutela degli autori di segnalazioni di reati o irregolarità di cui siano venuti a conoscenza nell’ambito di un rapporto di lavoro pubblico o privato”. Nel pomeriggio ha avuto luogo lo svolgimento del question time. In seguito il Ministro della giustizia, Andrea Orlando, ha reso “comunicazioni sull’amministrazione della giustizia, ai sensi dell’articolo 86 del regio decreto 30 gennaio 1941, n. 12, come modificato dall’articolo 2, comma 29, della legge 25 luglio 2005, n. 150”. Dopo il dibattito, la Camera ha votato le risoluzioni presentate.

Giovedì 21 gennaio la Camera ha approvato la proposta di legge Businarolo ed altri: “disposizioni per la tutela degli autori di segnalazioni di reati o irregolarità di cui siano venuti a conoscenza nell’ambito di un rapporto di lavoro pubblico o privato”. 281 sì, 71 no e 18 astenuti su 370 presenti e 352 votanti. La collega Francesca Businarolo ha annunciato il sì del nostro gruppo. “Si poteva fare di più, ma il risultato è buono, è un buon punto di partenza. Abbiamo lavorato alacremente con la presidente della Commissione giustizia e con il presidente della Commissione lavoro e abbiamo trovato una quadra: da qui si deve partire per fare meglio, per migliorarlo ancora, però, soprattutto, per dare efficacia a questo provvedimento, in maniera tale che al Senato si inizi subito e diventi legge. Per questo motivo, Presidente, dichiaro il voto favorevole del Movimento 5 Stelle”. L’Assemblea ha poi approvato le mozioni concernenti “iniziative per il contrasto delle infezioni in ambiente ospedaliero e sanitario”. La Camera ha infine approvato la proposta di legge: “introduzione del reato di omicidio stradale e del reato di lesioni personali stradali, nonché disposizioni di coordinamento al decreto legislativo 30 aprile 1992, n. 285, e al decreto legislativo 28 agosto 2000, n. 274”. Presenti 413, votanti 367, astenuti 46, hanno votato sì 346 deputati, hanno votato no 21 deputati. Noi abbiamo votato a favore.

Venerdì 22 gennaio ha avuto luogo lo svolgimento di interpellanze urgenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *