Attività parlamentare 16 – 20 novembre 2015

Lunedì 16 novembre la Camera ha svolto la discussione sulle linee generali del disegno di legge di “conversione in legge del decreto-legge 30 ottobre 2015, n. 174, recante proroga delle missioni internazionali delle Forze armate e di polizia, iniziative di cooperazione allo sviluppo e sostegno ai processi di ricostruzione e partecipazione alle iniziative delle organizzazioni internazionali per il consolidamento dei processi di pace e di stabilizzazione”. Il Ministro degli affari esteri e della cooperazione internazionale Paolo Gentiloni e il Ministro dell’interno Angelino Alfano hanno poi svolto, a nome del Governo, una “informativa urgente in relazione ai gravissimi attentati di Parigi”. Nel corso del dibattito che si è tenuto subito dopo l’informativa del Governo è intervenuto per il nostro gruppo il collega Giorgio Sorial.

Martedì 17 novembre la Camera ha approvato il disegno di legge recante “deleghe al Governo per l’attuazione delle direttive 2014/23/UE, 2014/24/UE e 2014/25/UE del Parlamento europeo e del Consiglio, del 26 febbraio 2014, sull’aggiudicazione dei contratti di concessione, sugli appalti pubblici e sulle procedure d’appalto degli enti erogatori nei settori dell’acqua, dell’energia, dei trasporti e dei servizi postali, nonché per il riordino della disciplina vigente in materia di contratti pubblici relativi a lavori, servizi e forniture”: 343 sì, 25 astenuti e 78 no su 446 presenti e 421 votanti. Noi abbiamo votato contro. Come ha sostenuto in dichiarazione di voto a nome del gruppo la collega Claudia Mannino, “pur apprezzando le innovazioni introdotte nel provvedimento nel corso del lavoro in Commissione e in Aula rimaniamo molto critici proprio perché molti aspetti di dettaglio, soprattutto quelli che maggiormente sono sotto gli occhi della magistratura e al centro della cronaca, riteniamo non siano stati affrontati in maniera opportuna”. Abbiamo continuato i lavori d’Aula della giornata con il seguito dell’esame del disegno di legge di “conversione in legge del decreto-legge 30 ottobre 2015, n. 174, recante proroga delle missioni internazionali delle Forze armate e di polizia, iniziative di cooperazione allo sviluppo e sostegno ai processi di ricostruzione e partecipazione alle iniziative delle organizzazioni internazionali per il consolidamento dei processi di pace e di stabilizzazione”.

Mercoledì 18 novembre la Camera ha proseguito l’esame del disegno di legge di “conversione in legge del decreto-legge 30 ottobre 2015, n. 174, recante proroga delle missioni internazionali delle Forze armate e di polizia, iniziative di cooperazione allo sviluppo e sostegno ai processi di ricostruzione e partecipazione alle iniziative delle organizzazioni internazionali per il consolidamento dei processi di pace e di stabilizzazione”. In seguito l’Assemblea ha svolto la discussione generale della nostra proposta di legge: “disposizioni in materia di acquisto e dismissione delle autovetture di servizio o di rappresentanza delle pubbliche amministrazioni”.

Giovedì 19 novembre la Camera ha approvato il disegno di legge di “conversione in legge del decreto-legge 30 ottobre 2015, n. 174, recante proroga delle missioni internazionali delle Forze armate e di polizia, iniziative di cooperazione allo sviluppo e sostegno ai processi di ricostruzione e partecipazione alle iniziative delle organizzazioni internazionali per il consolidamento dei processi di pace e di stabilizzazione”: 319 sì, 13 astenuti e 103 no su 435 presenti e 422 votanti. Noi abbiamo votato no. L’Aula ha in seguito approvato in via definitiva la proposta di legge recante “disposizioni per la tutela e la valorizzazione della biodiversità di interesse agricolo e alimentare”: 428 sì e 1 astenuto su 429 presenti e 428 votanti. Noi abbiamo votato sì. La Camera ha infine approvato le mozioni concernenti “iniziative, anche in sede europea, per la tutela del settore risicolo italiano, con particolare riferimento all’importazione del riso dalla Cambogia”.

Venerdì 20 novembre l’Assemblea ha svolto la discussione sulle linee generali del disegno di legge costituzionale: “disposizioni per il superamento del bicameralismo paritario, la riduzione del numero dei parlamentari, il contenimento dei costi di funzionamento delle istituzioni, la soppressione del CNEL e la revisione del titolo V della parte II della Costituzione”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *