Attività parlamentare 8 – 11 settembre 2015

finanziamento ai partitiForte la nostra protesta in Aula contro la proposta di legge sul finanziamento pubblico ai partiti. Una legge che permette ai partiti di spartirsi un sostanzioso bottino senza l’ostacolo dei controlli sui bilanci. L’ennesima vergogna della maggioranza.

L’Assemblea ha ripreso i lavori martedì 8 settembre con lo svolgimento di una interpellanza e di interrogazioni.

Mercoledì 9 settembre la Camera ha approvato la proposta di legge recante “modifiche all’articolo 9 della legge 6 luglio 2012, n. 96, concernenti la Commissione di garanzia degli statuti e per la trasparenza e il controllo dei rendiconti dei partiti politici”: 319 sì, 88 no e 27 astenuti su 434 presenti e 407 votanti. Nel corso della giornata di mercoledì la Camera ha svolto, inoltre, la discussione generale dei seguenti disegni di legge di ratifica: “trattato di estradizione tra la Repubblica italiana e la Repubblica popolare cinese”; “accordo fra il Governo della Repubblica italiana ed il Governo della Repubblica del Cile sull’autorizzazione all’esercizio di attività lavorative dei familiari a carico del personale diplomatico, consolare e tecnico-amministrativo delle missioni diplomatiche e rappresentanze consolari”; “accordo di cooperazione scientifica e tecnologica tra il Governo della Repubblica italiana ed il Governo della Repubblica del Cile”; “accordo tra il Ministro dell’interno della Repubblica italiana e il Ministro dell’interno della Repubblica francese in materia di cooperazione bilaterale per l’esecuzione di operazioni congiunte di polizia”; “accordo di collaborazione in materia radiotelevisiva fra il Governo della Repubblica italiana e il Governo della Repubblica di San Marino”. Nel pomeriggio si è svolto il question time.

Giovedì 10 settembre la Camera ha svolto la discussione della “relazione della XIV Commissione sulla Relazione programmatica sulla partecipazione dell’Italia all’Unione europea per l’anno 2015 e sul Programma di lavoro della Commissione per il 2015 e sul Programma di diciotto mesi del Consiglio dell’Unione europea”, approvando poi la risoluzione Rosato e respingendo le altre risoluzioni presentate. L’Assemblea ha quindi approvato il disegno di legge di “ratifica ed esecuzione dell’Accordo di collaborazione in materia radiotelevisiva fra il Governo della Repubblica italiana e il Governo della Repubblica di San Marino”: 257 sì, 2 no e 3 astenuti su 262 presenti e 259 votanti. La votazione finale è stata rimandata di un’ora perché la Camera al primo tentativo non era in numero legale per deliberare.

Venerdì 11 settembre c’è stato lo svolgimento di interpellanze urgenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *