Attività parlamentare 21 – 25 settembre 2015

2010_0525_PD-ER_Istituzioni_No_Legge_Bavaglio_Volantino“Questo bavaglio, Presidente e cittadini, noi non lo vogliamo e chiediamo ai giornalisti e ai magistrati di denunciare. Giornalisti e magistrati, denunciate prima che sia troppo tardi. È uno dei provvedimenti più pericolosi degli ultimi trent’anni. Chiediamo a tutti voi, cittadini, di informarvi e fare altrettanto. Cittadini, concludendo, la giustizia non è un concetto astratto, ma concreto e lo viviamo tutti i giorni. Tutti i giorni possiamo fare delle scelte. Concludo dicendo che il concetto di giustizia, Presidente, cittadini e colleghi, non è tutelabile da questa politica, non è tutelabile da questi partiti, ma da tutti voi che in questo momento ci state ascoltando”. Questa è l’ultima parte della dichiarazione di voto finale del collega Vittorio Ferraresi sulla “legge bavaglio”.

Lunedì 21 settembre abbiamo iniziato i lavori d’Aula della settimana con lo svolgimento della discussione sulle linee generali del disegno di legge: “legge annuale per il mercato e la concorrenza”. In seguito l’Assemblea ha svolto la discussione generale del disegno di legge recante “delega al Governo per la riforma del codice della nautica da diporto”. Sono intervenuto per il nostro gruppo. Successivamente la Camera ha svolto la discussione generale delle mozioni concernenti “iniziative volte a sospendere o revocare il blocco della contrattazione nel pubblico impiego”. Si è poi svolta la discussione generale della proposta di inchiesta parlamentare: “istituzione di una Commissione parlamentare di inchiesta sulla gestione del sistema di accoglienza e di identificazione ed espulsione nonché sui costi del fenomeno immigratorio”. Infine l’Assemblea ha svolto la discussione delle mozioni concernenti “iniziative per la conclusione dei lavori dell’autostrada Salerno-Reggio Calabria e il potenziamento del sistema dei trasporti della regione Calabria”.

Martedì 22 settembre ad inizio seduta c’è stato lo svolgimento di una interrogazione. In seguito l’Aula ha ripreso e concluso l’esame degli articoli del disegno di legge recante “modifiche al codice penale e al codice di procedura penale per il rafforzamento delle garanzie difensive e la durata ragionevole dei processi nonché all’ordinamento penitenziario per l’effettività rieducativa della pena”.

Mercoledì 23 settembre la Camera ha approvato il disegno di legge recante “modifiche al codice penale e al codice di procedura penale per il rafforzamento delle garanzie difensive e la durata ragionevole dei processi nonché all’ordinamento penitenziario per l’effettività rieducativa della pena”: 314 sì, 51 astenuti e 129 no su 494 presenti e 443 votanti. Noi abbiamo votato no. In seguito l’Assemblea ha approvato il testo unificato delle proposte di legge: “delega al Governo per il riordino delle disposizioni legislative in materia di sistema nazionale della protezione civile”. 308 sì e 101 astenuti (tra cui noi) su 409 presenti e 308 votanti. Dopo il question time, la Camera ha votato le mozioni concernenti “iniziative in sede europea e internazionale per la protezione dei perseguitati per motivi religiosi”, approvando, tra le altre, la mozione del gruppo M5S nel testo riformulato. La Camera ha in seguito approvato in via definitiva il disegno di legge recante “delega al Governo per la riforma del codice della nautica da diporto”: 335 sì, 2 no e 72 astenuti su 409 presenti e 337 votanti. Con una breve dichiarazione di voto finale ho annunciato l’astensione del nostro gruppo sul provvedimento. Abbiamo concluso i lavori della giornata con la discussione generale congiunta dei disegni di legge: “rendiconto generale dell’Amministrazione dello Stato per l’esercizio finanziario 2014” e “disposizioni per l’assestamento del bilancio dello Stato e dei bilanci delle Amministrazioni autonome per l’anno finanziario 2015”.

Giovedì 24 settembre la Camera ha approvato in via definitiva i disegni di legge: “rendiconto generale dell’Amministrazione dello Stato per l’esercizio finanziario 2014” (269 sì, 2 astenuti, 126 no) e “disposizioni per l’assestamento del bilancio dello Stato e dei bilanci delle Amministrazioni autonome per l’anno finanziario 2015” (287 sì e 159 no). Noi abbiamo votato no. Abbiamo successivamente votato le mozioni concernenti “iniziative volte a sospendere o revocare il blocco della contrattazione nel pubblico impiego”. La Camera ha infine respinto il mantenimento dell’articolo 1 della proposta di inchiesta parlamentare: “istituzione di una Commissione parlamentare di inchiesta sulla gestione del sistema di accoglienza e di identificazione ed espulsione nonché sui costi del fenomeno immigratorio”.

Venerdì 25 settembre c’è stato lo svolgimento di una interpellanza urgente.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *