Attività parlamentare 30 giugno – 3 luglio 2015

inpsLa discussione della mozione Colletti ed altri concernente “iniziative volte a sospendere le procedure di espropriazione relative ad immobili adibiti ad abitazione principale” ha aperto, martedì 30 giugno, la settimana di lavori d’Aula. L’Assemblea ha successivamente proseguito l’esame del disegno di legge di “conversione del decreto-legge 21 maggio 2015, n. 65, recante disposizioni urgenti in materia di pensioni, di ammortizzatori sociali e di garanzie TFR”. La Camera ha poi approvato all’unanimità il testo unificato delle proposte di inchiesta parlamentare Duranti ed altri e Lorefice ed altri di “istituzione di una Commissione parlamentare di inchiesta sui casi di morte e di gravi malattie che hanno colpito il personale italiano impiegato in missioni militari all’estero, nei poligoni di tiro e nei siti di deposito di munizioni, in relazione all’esposizione a particolari fattori chimici, tossici e radiologici dal possibile effetto patogeno e da somministrazione di vaccini, con particolare attenzione agli effetti dell’utilizzo di proiettili all’uranio impoverito e della dispersione nell’ambiente di nanoparticelle di minerali pesanti prodotte dalle esplosioni di materiale bellico e a eventuali interazioni”. La giornata si è conclusa con la discussione congiunta sulle linee generali del disegno di legge e dei documenti: “delega al Governo per il recepimento delle direttive europee e l’attuazione di altri atti dell’Unione europea – Legge di delegazione europea 2014”, “relazione consuntiva sulla partecipazione dell’Italia all’Unione europea per l’anno 2013” e “relazione consuntiva sulla partecipazione dell’Italia all’Unione europea per l’anno 2014”.

Mercoledì 1 luglio la Camera ha approvato il disegno di legge di “conversione del decreto-legge 21 maggio 2015 n. 65, recante disposizioni urgenti in materia di pensioni, di ammortizzatori sociali e di garanzie TFR”: 310 sì, 2 astenuti, 164 no su 476 presenti e 474 votanti. Il nostro gruppo ha votato contro. L’Assemblea ha quindi proseguito la discussione del disegno di legge recante “delega al Governo per il recepimento delle direttive europee e l’attuazione di altri atti dell’Unione europea – Legge di delegazione europea 2014”. Nel pomeriggio si è svolto il question time e in seguito il Ministro dell’economia e delle finanze, Pier Carlo Padoan, ha svolto una “informativa urgente del Governo sugli sviluppi della situazione del debito della Grecia”. Abbiamo infine ripreso l’esame della legge di delegazione europea 2014.

Giovedì 2 luglio la Camera ha approvato in via definitiva il disegno di legge di “delega al Governo per il recepimento delle direttive europee e l’attuazione di altri atti dell’Unione europea – Legge di delegazione europea 2014”: 270 sì, 22 astenuti, 113 no su 405 presenti e 383 votanti. Il gruppo M5S ha votato contro. Successivamente l’Aula ha votato le risoluzioni riferite alla “relazione consuntiva sulla partecipazione dell’Italia all’Unione europea per l’anno 2013” e alla “relazione consuntiva sulla partecipazione dell’Italia all’Unione europea per l’anno 2014”, approvando la risoluzione Bergonzi. Nel pomeriggio il Parlamento in seduta comune si è riunito per l’elezione di tre giudici della Corte Costituzionale. Nuova fumata nera.

Venerdì 3 luglio c’è stato lo svolgimento di una interpellanza urgente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *