Attività parlamentare 8 – 12 giugno 2015

reddito-di-cittadinanza-e1417686063907Approviamo subito il reddito di cittadinanza. Non ci sono più scuse. Anche il presidente dell’Inps Tito Boeri, ascoltato in audizione al Senato lo scorso 9 giugno, ha riconosciuto la necessità di introdurre misure di contrasto alla povertà come il reddito di cittadinanza.

Alla Camera lunedì 8 giugno si è svolta la discussione generale del disegno di legge recante “disposizioni per l’adempimento degli obblighi derivanti dall’appartenenza dell’Italia all’Unione europea – Legge europea 2014”. A seguire si è svolta la discussione del testo unificato delle proposte di legge: “modifiche al codice della strada”. Successivamente l’Assemblea ha svolto la discussione generale delle mozioni concernenti “iniziative in materia di trascrizione dei matrimoni contratti all’estero tra persone dello stesso sesso” e la discussione generale delle mozioni concernenti “iniziative in materia di circolazione del denaro contante”.

Martedì 9 giugno la seduta dell’Aula è iniziata con lo svolgimento di interpellanze e interrogazioni. Nel pomeriggio la Camera ha cominciato l’esame degli articoli del disegno di legge recante “disposizioni per l’adempimento degli obblighi derivanti dall’appartenenza dell’Italia all’Unione europea – Legge europea 2014”, continuando e terminando le votazioni nella giornata successiva, mercoledì 10 giugno.

Il disegno di legge recante “disposizioni per l’adempimento degli obblighi derivanti dall’appartenenza dell’Italia all’Unione europea – Legge europea 2014” è stato approvato mercoledì 10 giugno: 310 sì, 95 astenuti e 21 no su 426 presenti e 331 votanti. Così il collega Riccardo Fraccaro ha concluso la dichiarazione di voto a nome del nostro gruppo: “come MoVimento 5 Stelle siamo convinti che è sempre più necessario recepire le migliori direttive europee e darne vera e immediata applicazione, e non comportarci come in un film della commedia italiana, la solita Italietta che, vista la regola, trova il modo per aggirarla. Anche e soprattutto per questo motivo, per aver voluto, cioè, utilizzare la legge europea calibrandola su interessi particolari piuttosto che sull’interesse generale, con la massima e dovuta trasparenza come anticipato esprimo l’astensione del MoVimento 5 Stelle”. In seguito la Camera ha approvato la richiesta di rinvio in Commissione del testo unificato delle proposte di legge di modifica del codice della strada. Nel pomeriggio si è svolto il question time. L’assemblea ha poi ricordato la figura di Giacomo Matteotti, nel novantunesimo anniversario dell’assassinio. Successivamente l’Assemblea ha votato le mozioni e la risoluzione concernenti “iniziative in materia di trascrizione dei matrimoni contratti all’estero tra persone dello stesso sesso”, approvando la mozione del Pd su cui il M5S si è astenuto in quanto nell’atto è stato omesso il problema oggetto della mozione Scotto, che invece abbiamo appoggiato, ossia la circolare illegittima del Ministro Alfano. L’Assemblea ha infine votato le mozioni concernenti “iniziative in materia di circolazione del denaro contante”, respingendo la mozione M5S.

Giovedì 11 giugno la Camera, nel corso della mattinata, ha approvato i seguenti disegni di legge: “ratifica ed esecuzione dell’Accordo tra il Governo italiano e l’Organizzazione mondiale della Sanità – Ufficio regionale per l’Europa – concernente l’Ufficio europeo OMS” (303 sì e 46 astenuti. M5S: astensione); “ratifica ed esecuzione dell’Accordo di associazione tra l’Unione europea e la Comunità europea dell’energia atomica e i loro Stati membri, da una parte, e l’Ucraina, dall’altra” (245 sì, 31 astenuti e 112 no. M5S: contrario); “adesione della Repubblica italiana alla Convenzione delle Nazioni Unite sulla riduzione dei casi di apolidia, fatta a New York il 30 agosto 1961” (301 sì, 57 astenuti e 19 no. M5S: astensione); “ratifica ed esecuzione del Trattato in materia di assistenza giudiziaria penale tra il Governo della Repubblica italiana e il Governo degli Stati uniti messicani” (375 sì, 1 astenuto e 20 no. M5S: favorevole); “ratifica ed esecuzione del Trattato di estradizione tra il Governo della Repubblica italiana ed il Governo degli Stati uniti messicani” (364 sì e 19 astenuti. M5S: favorevole); “ratifica ed esecuzione dell’Accordo fra il Governo della Repubblica italiana ed il Governo della Repubblica del Kazakhstan di cooperazione nel contrasto alla criminalità organizzata, al traffico illecito di sostanze stupefacenti, al terrorismo” (379 sì e 18 astenuti. M5S: favorevole); “ratifica ed esecuzione della Convenzione sulla competenza, la legge applicabile, il riconoscimento, l’esecuzione e la cooperazione in materia di responsabilità genitoriale” (254 sì, 67 astenuti e 32 no. M5S: astensione). Nel pomeriggio di giovedì 11 si è riunito il Parlamento in seduta comune per l’elezione di due giudici della Corte Costituzionale. Nessun candidato ha ottenuto la maggioranza prescritta per cui si dovrà procedere a nuove votazioni.

Venerdì 12 giugno c’è stato lo svolgimento di interpellanze urgenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *