Attività parlamentare 3 – 5 giugno 2015

cameraLa Camera ha approvato le mozioni, molto importanti per la mia regione, concernenti “interventi a favore della Sardegna”. La mozione del M5S, a mia prima firma, è stata approvata all’unanimità giovedì 4 giugno. Dopo gli impegni presi dal Governo vogliamo vedere fatti concreti per una terra meravigliosa troppe volte abbandonata al proprio destino. I cittadini sardi non vogliono maggiori diritti rispetto ai cittadini delle altre regioni. Vogliono soltanto poter godere degli stessi diritti di tutti gli altri cittadini italiani.

Mercoledì 3 giugno la Camera ha iniziato i lavori con la discussione della proposta di legge di “ratifica ed esecuzione della Convenzione relativa all’assistenza giudiziaria in materia penale tra gli Stati membri dell’Unione europea e delega al Governo per la sua attuazione nonché delega al Governo per la riforma del Libro XI del codice di procedura penale. Modifiche alle disposizioni in materia di estradizione per l’estero: termine per la consegna e durata massima delle misure coercitive”. Nella mattina del 3 giugno l’Assemblea ha svolto, inoltre, la discussione della proposta di legge di istituzione del “Premio biennale di ricerca Giuseppe Di Vagno” e la discussione delle mozioni concernenti “interventi urgenti in relazione all’emergenza fitosanitaria, causata dal batterio Xylella fastidiosa, che ha colpito gli alberi di ulivo in Puglia”. Nel pomeriggio la Camera ha votato e respinto le questioni pregiudiziali riferite al disegno di legge di conversione del decreto legge n. 65 del 2015 recante “disposizioni urgenti in materia di pensioni, di ammortizzatori sociali e di garanzie TFR”. Successivamente l’Assemblea ha approvato, dopo l’esame degli articoli, la proposta di legge di ratifica della “convenzione relativa all’assistenza giudiziaria in materia penale tra gli Stati membri dell’Unione europea e delega al Governo per la sua attuazione nonché delega al Governo per la riforma del Libro XI del codice di procedura penale. Modifiche alle disposizioni in materia di estradizione per l’estero: termine per la consegna e durata massima delle misure coercitive”. 324 sì, 9 astenuti e 68 no su 401 presenti e 392 votanti. Il M5S ha votato contro. La giornata si è conclusa con l’approvazione della proposta di legge recante “disposizioni in materia di azione di classe”: 388 sì e 1 astenuto. Il collega Alfonso Bonafede, primo firmatario della proposta di legge approvata, ha ricordato che “la class action non esisteva in Italia e non è mai esistita nella sua vera formulazione che, ad esempio, negli Stati Uniti ha permesso a tanti cittadini di tutelarsi di fronte ai colossi economici”.

Giovedì 4 giugno abbiamo cominciato i lavori d’Aula con le votazioni delle mozioni concernenti “interventi a favore della Sardegna”. Sono intervenuto in dichiarazione di voto sulla mozione a mia prima firma. L’Aula ha approvato all’unanimità tutte le mozioni e ha respinto la risoluzione Pili e altri. In seguito è stata approvata la proposta di legge di istituzione del “Premio biennale di ricerca Giuseppe Di Vagno”: 329 sì, 1 astenuto, 75 no su 405 presenti e 404 votanti. Il M5S ha votato contro. La Camera ha infine votato e approvato le mozioni concernenti “interventi urgenti in relazione all’emergenza fitosanitaria, causata dal batterio Xylella fastidiosa, che ha colpito gli alberi di ulivo in Puglia”. La mozione del collega Giuseppe L’Abbate, nel testo riformulato e per quanto non assorbita, è stata approvata ad eccezione del quinto capoverso del dispositivo.

Venerdì 5 giugno c’è stato lo svolgimento di interpellanze urgenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *