Attività parlamentare 21 – 24 aprile 2015

defNella settimana parlamentare dal 21 al 24 aprile in Aula è arrivato il DEF, il Documento di economia e finanza 2015. “Vogliamo la cosiddetta economia della felicità, forse non riuscite a capire, un’economia dove non si tagliano i soldi alla sanità, perché non c’è bisogno di una sanità che cura i tumori che create attraverso gli inceneritori e attraverso decreti come lo Sblocca-Italia, che autorizzano trivellazioni, ma una sanità che in realtà prevede, che mette in condizione il cittadino di avere benessere, mentre voi tagliate di 2,1 miliardi di euro la sanità pubblica. Vogliamo un modello completamente differente, voi questo non lo capirete mai, ma questa è una cosa che si crea solo dal basso, un’economia di questo tipo arriva solo dal basso, arriva solo se nei comuni, nelle regioni, a livello locale, i cittadini si uniscono per trovare e far salire insieme questa economia locale, lavorando come una comunità, una parola che voi molte volte usate a vanvera perché non sapete cosa voglia assolutamente dire”. Così il collega Giorgio Sorial nella sua dichiarazione.

Martedì 21 aprile la Camera ha iniziato i lavori con la discussione sulle linee generali del testo unificato delle proposte di legge: “disposizioni in materia di scioglimento o di cessazione degli effetti civili del matrimonio nonché di comunione tra i coniugi”. In seguito si è tenuta la discussione della “relazione sul sistema di protezione dei testimoni di giustizia, approvata dalla Commissione parlamentare di inchiesta sul fenomeno delle mafie e sulle altre associazioni criminali, anche straniere”. Successivamente si è svolta la discussione generale della mozione Luigi Di Maio ed altri concernente “iniziative volte a garantire agli enti locali adeguati trasferimenti di risorse, con particolare riferimento a quelli necessari per l’espletamento dei servizi sociali essenziali, anche in relazione alle disposizioni della legge di stabilità per il 2015”. La giornata si è conclusa con la discussione generale del disegno di legge di ratifica del “trattato con il Governo della Repubblica popolare cinese, in materia di reciproca assistenza giudiziaria penale”.

Mercoledì 22 aprile il Presidente del Consiglio dei ministri, Matteo Renzi, ha reso “comunicazioni in vista del Consiglio europeo straordinario del 23 aprile 2015”. Dopo l’intervento si è svolto il dibattito ed in seguito la Camera ha votato le risoluzioni presentate. Successivamente la Camera ha approvato i seguenti disegni di legge di ratifica: “trattato con il Governo della Repubblica popolare cinese, in materia di reciproca assistenza giudiziaria penale” (439 sì e 22 astenuti); “accordo di collaborazione strategica con il Governo del Montenegro” (369 sì, 71 no, 10 astenuti); “emendamenti alla Convenzione sulla protezione fisica dei materiali nucleari e norme di adeguamento dell’ordinamento interno” (425 sì). Nel primo pomeriggio si è svolto il question time. In seguito la Camera ha approvato in via definitiva la proposta di legge recante “disposizioni in materia di scioglimento o di cessazione degli effetti civili del matrimonio nonché di comunione tra i coniugi”: presenti 432, votanti 426, astenuti 6, 398 sì e 28 no. Il collega Alfonso Bonafede ha dichiarato, a nome del gruppo, il voto favorevole del MoVimento 5 Stelle. Al termine della giornata l’Assemblea ha continuato la discussione della “relazione sul sistema di protezione dei testimoni di giustizia, approvata dalla Commissione parlamentare di inchiesta sul fenomeno delle mafie e sulle altre associazioni criminali, anche straniere”, approvando poi la risoluzione Bindi, Mattiello, D’Uva, Naccarato, Sarti e Garavini (380 sì).

Giovedì 23 aprile la Camera ha esaminato il Documento di economia e finanza 2015, approvando la risoluzione Marchi con 328 sì e 159 no su 487 presenti e votanti. Il MoVimento 5 Stelle ha votato no. Nel pomeriggio l’Assemblea ha votato le mozioni concernenti “iniziative in merito alla cosiddetta Carta di Milano, in relazione ad Expo 2015”.

Venerdì 24 aprile il Ministro degli affari esteri e della cooperazione internazionale, Paolo Gentiloni Silveri, ha svolto una “informativa urgente del Governo sulle recenti notizie relative all’uccisione dell’operatore umanitario Giovanni Lo Porto, avvenuta ai confini tra Pakistan e Afghanistan”. Subito dopo si è svolto il dibattito. In seguito c’è stato lo svolgimento di interpellanze urgenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *