Attività parlamentare 2 – 5 dicembre 2014

nessuno_deveReddito di cittadinanza: la meta è vicina. Nessuno deve rimanere indietro. Il disegno di legge del M5S è nell’agenda della commissione Lavoro del Senato. Lo scorso 3 dicembre, in Senato, si è svolta la conferenza stampa di presentazione.

Martedì 2 dicembre in Aula abbiamo iniziato i lavori parlamentari della settimana con la discussione sulle linee generali di tre disegni di legge di ratifica: “Accordo di cooperazione con il Governo della Repubblica di Turchia sulla lotta ai reati gravi, in particolare contro il terrorismo e la criminalità organizzata”; “Protocollo di modifica alla Convenzione con il Governo degli Stati uniti messicani per evitare le doppie imposizioni in materia di imposte sul reddito e per prevenire le evasioni fiscali”; “Accordo con il Governo degli Stati Uniti d’America finalizzato a migliorare la compliance fiscale internazionale e ad applicare la normativa F.A.T.C.A. (Foreign Account Tax Compliance Act)”.

Mercoledì 3 dicembre, nella prima parte della giornata, ci sono state le votazioni delle mozioni concernenti “iniziative volte alla separazione societaria della infrastruttura della rete di telecomunicazione e alla definizione del relativo modello di governance”. La Camera ha respinto la mozione a prima firma Paolo Nicolò Romano ed ha approvato le altre mozioni nei testi riformulati. Nel primo pomeriggio di mercoledì il presidente del Consiglio, Matteo Renzi, ha risposto alle interrogazioni a risposta immediata. In seguito l’Assemblea ha continuato la discussione delle mozioni concernenti “iniziative per l’impiego di parte del risparmio previdenziale per interventi a sostegno dell’economia”. La Camera ha approvato, nel testo riformulato, la mozione Ciprini limitatamente alla premessa e ai capoversi 1, 2, 5 e 8 del dispositivo e ha respinto la parte restante. Ha inoltre approvato la mozione Di Gioia, nel testo riformulato, e ha respinto la prima parte della mozione Prataviera (premessa e primo capoverso del dispositivo), approvando il resto del testo. La giornata si è conclusa con il seguito della discussione della proposta di legge recante modifiche al codice di procedura penale in materia di misure cautelari personali.

Giovedì 4 dicembre la Camera ha approvato il provvedimento recante “modifiche al codice di procedura penale in materia di misure cautelari personali. Modifiche alla legge 26 luglio 1975, n. 354, in materia di visita a persone affette da handicap in situazione di gravità”: presenti 396, votanti 324, astenuti 72, 303 sì e 21 no. Il MoVimento 5 Stelle si è astenuto.

In seguito ci sono state le votazioni delle mozioni in materia di “esenzione dal pagamento e disdetta del canone RAI”. La Camera ha approvato le mozioni Vargiu, nel testo riformulato, e Peluffo e ha respinto le altre mozioni, tra cui quella della collega Mirella Liuzzi. In Commissione Trasporti il Ministro Maurizio Lupi ha svolto un’audizione sulle principali linee di intervento in materia di politica dei trasporti. L’intervento del Ministro è stato, a nostro avviso, generico, superficiale e insufficiente.

Venerdì 5 dicembre c’è stato lo svolgimento di interpellanze urgenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *