Attività parlamentare 16 – 19 giugno 2014

Danni alluvione 18/06/2014La Sardegna ancora una volta invasa dall’acqua. I sardi hanno vissuto di nuovo l’incubo dello scorso novembre. Prima in Gallura, poi in Romangia. Due nubifragi nel giro di poche ore si sono abbattuti sulla mia regione. Si stanno stimando i danni che, a quanto pare, sono davvero ingenti. In queste ore sto scrivendo il testo di una mozione che presenterò alla Camera per chiedere – e soprattutto ottenere – un impegno concreto da parte del Governo nei confronti dei cittadini colpiti da questa ennesima calamità.
Nella settimana dal 16 al 19 giugno la Camera ha votato un’altra fiducia (ormai non si contano più) e ha approvato un altro disegno di legge di conversione di un decreto. Il dl Irpef ha ottenuto l’ok dell’Aula di Montecitorio. La posizione della questione di fiducia “sull’approvazione, senza emendamenti e articoli aggiuntivi, dell’articolo unico del disegno di legge di conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 24 aprile 2014, n. 66, nel testo approvato dalle Commissioni, identico al testo già approvato dal Senato”, è arrivata, da parte del ministro Maria Elena Boschi, lunedì 16 giugno nel pomeriggio, dopo la votazione delle questioni pregiudiziali, che sono state respinte. La giornata di lunedì era iniziata con la discussione della “Relazione sulle prospettive di riforma del sistema di gestione dei beni sequestrati e confiscati alla criminalità organizzata, approvata dalla Commissione parlamentare di inchiesta sul fenomeno della mafia e sulle altre associazioni criminali, anche straniere”.
Martedì 17 giugno abbiamo votato la questione di fiducia: 342 favorevoli e 201 contrari su 543 presenti e votanti. Noi abbiamo votato no. L’Assemblea ha poi respinto le questioni pregiudiziali riferite al disegno di legge di conversione, con modificazioni, del decreto legge 12 maggio 2014, n. 73, contenente “misure urgenti di proroga di Commissari per il completamento di opere pubbliche”. La giornata di martedì si è conclusa con la discussione sulle linee generali delle mozioni concernenti l’applicazione di “misure relative alla sicurezza e alla protezione sociale di cittadini italiani, comunitari ed extracomunitari”.

Mercoledì 18 giugno l’Aula ha approvato all’unanimità la mozione (ulteriore nuova formulazione) e la risoluzione (testo riformulato) concernenti iniziative a favore delle vittime dell’amianto. Dopo le dichiarazioni di voto finali, la Camera ha approvato, con 322 sì e 149 no su 479 presenti e 471 votanti, il disegno di legge di “conversione, con modificazioni, del decreto legge n. 66 del 2014: misure urgenti per la competitività e la giustizia sociale”. Il nostro gruppo ha votato no perché – lo abbiamo spiegato – con i fondi stanziati si potevano compiere azioni molto più importanti per la crescita del Paese e soprattutto perché si potevano distribuire le risorse in maniera molto più equa.
Nel primo pomeriggio di mercoledì si è svolto, come di consueto, il question time e, in seguito, l’Aula ha approvato la risoluzione presentata a conclusione della discussione della “Relazione sulle prospettive di riforma del sistema di gestione dei beni sequestrati e confiscati alla criminalità organizzata, approvata dalla Commissione parlamentare di inchiesta sul fenomeno della mafia e sulle altre associazioni criminali, anche straniere”. Successivamente abbiamo votato le mozioni sulla “semplificazione normativa e amministrativa” e sull’applicazione di “misure relative alla sicurezza e alla protezione sociale di cittadini italiani, comunitari ed extracomunitari”.

Giovedì 19 giugno c’è stata la discussione sulle linee generali delle mozioni contenenti “iniziative in relazione al fenomeno dei minori stranieri non accompagnati”. In seguito abbiamo affrontato la discussione sulle linee generali di tre disegni di legge di ratifica: “Convenzione sulla competenza, la legge applicabile, il riconoscimento, l’esecuzione e la cooperazione in materia di responsabilità genitoriale e di misure di protezione dei minori, nonché norme di adeguamento dell’ordinamento interno”; “Accordo di cooperazione con il Governo della Repubblica Islamica dell’Afghanistan in materia di prevenzione e contrasto al traffico illecito di stupefacenti, sostanze psicotrope e loro precursori”; “Accordo con gli Stati Uniti d’America sul rafforzamento della cooperazione nella prevenzione e lotta alle forme gravi di criminalità”. Nel pomeriggio di giovedì si sono svolte le interpellanze urgenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *