L’amico Fedele

fedeleIn tempi di crisi, di vacche magre, di scarsa occupazione, anche i pluririciclati della politica “tengono famiglia” ed è doveroso trovargli un posto di lavoro consono alla loro preparazione, consono ai loro studi e adatto alla loro personalità.
L’Italia, lo sappiamo bene, è un paese dalle mille risorse, un posticino lo si trova. Non per tutti ovviamente, ma per gli amici sì.
Per gli amici fedeli (o meglio per l’amico Fedele) il ministro è buono, ed è sempre pronto a trovare l’incarichetto giusto.

Maurizio Lupi, il ferratissimo ministro dei trasporti del Governo Berlusconi, scusate Governo Letta, ha nominato Fedele Sanciu Commissario dell’Autorità Portuale del Nord Sardegna.
Sia chiaro, una nomina che ha la meritocrazia alla base di tutto.

Provate a cercare il curriculum dell’ex senatore, ex presidente della provincia di Olbia-Tempio, ex consigliere regionale, noterete che è la figura adatta per ricoprire l’incarico.
Nella pagina del consiglio regionale possiamo notare che ha conseguito la Licenza Media, probabilmente avrà preparato una tesina sul porto di Olbia.

E’ veramente ora di cambiare pagina, è veramente arrivato il momento di smetterla di usare le cariche pubbliche come contentino per gli amici e per gli ex politicanti di turno.
Dalle Asl ai porti troviamo amici di ministri, di sottosegretari, di presidenti di regione.

Quando il ministro inizierà a nominare per competenza e non per favori dovuti al partito, sarà sicuramente troppo tardi.

One thought on “L’amico Fedele

  1. La cosa sarebbe anche più grave di un semplice assegnazione di poltrona, già che una nomina a commissario straordinario non è assolutamente giustificata, ma un’ eventuale nomina definitiva lancia un messaggio molto pericoloso ai cittadini:” è vero le leggi ci sono ma si possono anche non rispettare o eludere” o meglio io ministro della Repubblica Italiana non le rispetto , tanto che conseguenze ne ho ?

    Può un ministro lanciare questo messaggio ai cittadini ?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *