Attività parlamentare 8 – 12 Luglio 2013

La seduta di lunedì si è aperta con la discussione del disegno di legge di conversione del decreto-legge n. 61 del 2013: Nuove disposizioni urgenti a tutela dell’ambiente, della salute e del lavoro nell’esercizio di imprese di interesse strategico nazionale. Vi è stata anche la discussione della proposta di legge: Istituzione di una Commissione parlamentare di inchiesta sulle attività illecite connesse al ciclo dei rifiuti.

Nella seduta di martedì si sono svolte interpellanze e interrogazioni e vi è stato il seguito della discussione sulle nuove disposizioni urgenti a tutela dell’ambiente, della salute e del lavoro nell’esercizio di imprese di interesse strategico nazionale.

Nella seduta di mercoledì abbiamo assistito all’ennesimo utilizzo delle aule parlamentari per scopi personali. L’attività parlamentare è stata bloccata dal PD e dal PDL a causa dei problemi giudiziari di un anziano signore che continua a tenere i ostaggio il paese intero.
Il PD è palesemente confluito nel PDL assecondando le deliranti richieste di stop dei lavori parlamentari per discutere delle grane giudiziarie di un singolo, gli italiani del resto possono aspettare. I loro problemi vengono dopo tutto il resto.
Nel pomeriggio si sono svolte le interrogazioni a risposta immediata al premier Letta.

Nella seduta di giovedì vi è stato il seguito della discussione ed approvazione del disegno di legge di conversione del decreto-legge n. 61 del 2013: Nuove disposizioni urgenti a tutela dell’ambiente, della salute e del lavoro nell’esercizio di imprese di interesse strategico nazionale.
La seduta di venerdì è stata dedicata allo svolgimento di interpellanze urgenti.

Sabato 13 luglio sarò ad Alghero assieme ad una delegazione di colleghi del M5S per discutere di continuità territoriale. Tema molto caro alla regione Sardegna da affrontare con serietà e urgenza. Ascolteremo esperti del settore e componenti di comitati che da tempo seguono le vicende legate al tema.

999020_10200835411880981_1290144919_n

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *