Attività parlamentare 27-31 Maggio 2013

L’attività parlamentare della scorsa settimana è iniziata con la discussione in aula della Convenzione del Consiglio d’Europa sulla prevenzione e la lotta alla violenza contro le donne e la violenza domestica (Convenzione di Istanbul), definitivamente approvata dalla Camera il 28 maggio al’unanimità (545 sì). La convenzione contrasta ogni forma di violenza sulle donne eliminando ogni forma di discriminazione e promuovendo la concreta parità tra i sessi, rafforzando l’autonomia e l’autordeterminazione delle donne.
Il testo è ora passato al Senato.

Mercoledì 29 maggio abbiamo avuto ulteriore prova di ciò che da tempo sosteniamo, ovvero l’assenza di differenze tra il finto partito di sinistra e il finto partito di destra.
Roberto Giachetti (deputato del PD) ha proposto in aula una mozione per il ritorno al “Mattarellum” (la legge elettorale precedente al “porcellum”), ma il PD con il suo fedele alleato di sempre, il PDL, ha votato contro. Votano a favore M5S, Sel e Roberto Giachetti. I sì sono stati soltanto 139.
Il porcellum piace al nuovo partito unico PDPDL ormai alla luce del sole, perché così è possibile nominare i deputati cancellando ogni forma minima di democrazia.

Sempre mercoledì c’è stata l’audizione del ministro Lupi in commissione Trasporti, durante la quale abbiamo avuto occasione di illustrare le linee programmatiche del M5S in tema di Trasporti, chiedendo trasparenza sulle nomine dei garanti relative all’Autorità dei Trasporti.

Il mio intervento in replica al ministro Lupi.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *