Il taglia e cuci dell’informazione (?) sarda

Ieri 16 maggio 2013 abbiamo presentato in aula una Interpellanza Urgente al Governo sul pericolo svuotamento degli invasi in Sardegna.
Un pericolo legato ad un possibile spreco enorme di acqua e noi sardi sappiamo quanto valore abbia questa risorsa fondamentale che spesso in Sardegna scarseggia. Il Governo, nella persona di Erasmo D’Angelis Sottosegretario alle Infrastrutture, ci ha rassicurati e ha rassicurato tutti i sardi dicendo che non ci sarà nessun svuotamento degli invasi.

Lo svuotamento delle dighe non avrebbe avuto alcun senso logico e se fosse avvenuto avrebbe penalizzato tutti i sardi, tutti, senza distinzione alcuna.

La stampa sarda, la scorsa settimana, ha sollevato il problema con titoloni nelle prime pagine e ha richiamato l’attenzione dei cittadini e dei rappresentati istituzionali. Come M5S, e come deputati sardi, ci siamo immediatamente attivati e con il supporto del Gruppo di Intervento Giuridico di Cagliari abbiamo presentato, il 10 Maggio 2013,  l’interpellanza urgente in maniera tale da ottenere risposte in tempi certi.

L’Unione Sarda oggi riporta un articolo asettico e parla di una interpellanza orfana presentata alla Camera dei Deputati senza citare i firmatari nè il gruppo parlamentare che l’ha portata avanti.

Non vogliamo meriti, non vogliamo piedistalli, ma il MoVimento si è fatto subito portavoce in merito ad un pericolo che avrebbe toccato tutti e abbiamo fatto da megafono all’ottima istanza del Gruppo di Intervento Giuridico che in un articolo del 9 Maggio chiedeva ai rappresentanti sardi nelle istituzioni di farsi avanti.

L’informazione, quando è tale, è obiettiva, corretta e giusta. Riporta tutta la notizia, le fonti, e chiarisce ogni cosa. Raccontare soltanto una parte di un fatto, nasconderne altre, serve soltanto a dare una visione distorta della realtà.

Siamo soddisfatti della risposta del Governo che tranquillizza tutti, ma continuiamo ad essere testimoni della scarsa professionalità di alcuni pseudo-giornalisti e di alcune testate politicizzate che usano il mezzo stampa per i comodi dei propri padroni.

Contattateci direttamente, chiedeteci conto delle nostre azioni senza passare per intermediari, controllate i siti ufficiali delle istituzioni, avere una informazione onesta e senza filtri è possibile.

Siamo qui per Voi, continuate a starci vicini!

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *