Grazie a tutti

Cari amici,
il risultato elettorale di inizio settimana ci ha consegnato un’Italia cambiata, ci ha consegnato una grossa responsabilità e di conseguenza una grande gioia.

Saremo portavoce di un cambiamento che coinvolgerà tutti e cercheremo in ogni modo di essere artefici di una ventata nuova e positiva.
So bene che andrò incontro ad un duro lavoro e che le difficoltà saranno tante, ma una delle virtù in nostro possesso è la conoscenza dei nostri limiti.

Conoscere i propri i limiti è alla base di un lavoro onesto e produttivo, perché ci consentirà di coinvolgere esperti (dall’economia alla giurisprudenza, dall’ambiente alla scuola e alla sanità) e di tenerci ben lontani da clientele che non ci appartengono e mai ci apparterranno.
Molti saranno i tentativi della stampa e dei media per farci apparire dei cittadini sprovveduti e senza esperienza e tanti saranno gli attacchi ai quali dovremo rispondere. La nostra semplicità, quella delle nostre famiglie e quella delle nostre realtà è anche la nostra forza.

Siamo noi il paese vero, siamo noi a conoscere la realtà di chi ogni giorno lotta per arrivare a fine mese, e l’essere ben lontani da salotti luccicanti porterà finalmente, come in origine, la realtà vera nelle aule parlamentari.

In un articolo apparso ieri tentano già di dipingermi come avvezzo alla politica e dotato di padrino, niente di più falso, chi mi conosce personalmente lo sa bene e gli altri avranno modo di capirlo molto presto.

Con falso buonismo tentano di dipingere una realtà di paese che improvvisamente si ritrova sotto i riflettori, scrivendo che i ragazzi parlano di politica come se si trattasse di un caso raro ed eccezionale.
I ragazzi sono la politica, i ragazzi sono il nostro paese, i ragazzi sono il futuro e da oggi in poi noi del MoVimento saremo il megafono di chi vorrà ricostruire.
Ringrazio ancora tutti dell’enorme sostegno che continuate a dimostrarmi.
Lavoriamo assieme, c’è bisogno di tutti, il bello arriva ora.

Ci vedremo in Parlamento,
sarà un piacere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *